Citazioni Fabio Volo

Anchor man, deejay, attore, doppiatore, scrittore, Fabio Volo (all’anagrafe Fabio Bonetti) è un personaggio poliedrico, nasce nel Bergamasco ma si sente un bresciano doc. Dopo la licenza media si dedica ai lavori più disparati: si dimena tra farina e acqua nella panetteria del padre per poi incidere canzoni dance per un’etichetta bresciana. Il nome Volo l’ha preso in prestito dal titolo di una delle sue performance canore.Nel 1996 Claudio Cecchetto lo porta nella sua nuova creatura radiofonica, Radio Capital dove diventa uno dei personaggi di punta. Da lì è un successo dietro l’altro: nel 1998 a “Le Iene” su Italia 1 dove è inviato irriverente (si taglia i capelli a zero davanti alla cantante Skin e si spoglia davanti a Alessia Marcuzzi); nel 2000 inizia l’avventura a Radio Deejay con “Il volo del mattino” un programma che rompe gli schemi della programmazione musicale della radio diretta da Linus. Fabio legge poesie, manda in onda monologhi tratti da film e telefonate con sua zia Leti (che parla bresciano stretto) e fidelizza l’ascoltatore a suon di canzoni di una volta come “Voglio vivere così” di Ferruccio Tagliavini. Nello 2001 inizia la sua scommessa editoriale. Pubblica il romanzo “Esco a fare due passi”che vende 300.000 copie. Al 2002 appartiene il suo battesimo sul grande schermo. Debutta in “Casomai”, commedia di Alessandro D’Alatri accanto a Stefania Rocca. Del 2003 è il secondo libro “E’ una vita che ti aspetto”, uno dei best seller dell’anno. Nel 2005 Alatri lo vuole nel suo nuovo film “La Febbre” e nel 2006 viene pubblicato il suo terzo libro “Un posto nel mondo”. Nel 2007 è al cinema con “Manuale d’amore 2” di Giovanni Veronesi e “Uno su due” di Eugenio Cappuccio, con cui collabora alla sceneggiatura. Durante una scena girata in parapendio Fabio sviene e il video del “volo” fa il giro su youtube. Nel novembre del 2007 è uscito il suo quarto libro “Il giorno in più”. Nel 2008 è stato protagonista a fianco di Ambra Angiolini di “Bianco e Nero”, di Cristina Comencini, oltre ad aver prestato la sua voce per doppiare Po, il panda protagonista del film di animazione della Dreamworks “Kung Fu Panda”. Nel 2009 è infine protagonista di “Matrimonio e altri disastri” di Nina Di Majo al fianco di Margherita Buy e Luciana Littizzetto. Il 24 novembre 2009 esce un suo nuovo libro "Il tempo che vorrei" e nel 2010 lo vediamo recitare in "Figli delle stelle", regia di Lucio Pellegrini, assieme a Claudia Pandolfi, Pierfrancesco Favino e Giuseppe Battiston.